Telefono Studio Zanichelli
0522.67.49.58

Massaggio connettivale

Il massaggio connettivale riflessogeno è una tecnica di massaggio che privilegia le connessioni dell'apparato neurologico a quello muscolo-scheletrico . Questo tipo di trattamento terapeutico si focalizza sugli strati più profondi della muscolatura e del tessuto connettivo il quale è definito anche un tessuto a “ memoria di traumi “ .

 

Come Funziona ?

 

Massaggio connettivale

Il massaggio connettivale riflessogeno  deve la sua definizione al fatto che si tratta di una tecnica che privilegia le connessioni dell'apparato neurologico messa a punto dalla fisioterapista  tedesca Elizabeth Dicke.

La Dicke studiò a fondo i vari tipi di frizione e arrivò alla conclusione che il massaggio connettivale prende in esame determinate alterazioni della cute e della schiena per capire e risolvere alcune patologie di organi profondi e non solo , collegati, per riflesso, alla pelle. Altri importanti studiosi del massaggio connettivale riflessogeno hanno ulteriormente classificato a livello topografico le zone corporee: 

zone di Head, a cui si riferisce il dolore proveniente da organi interni. Se sottoposte a stimolazione, provocano dolore. 

zone addominali di MacKenzie, si presentano come contratture muscolari dovute a malattia infiammatoria. Anch'esse, quando premute, provocano molto dolore. 

zone connettivali di Dicke, non danno alcuna sensazione qualora non vengano stimolate. 

L'applicazione di questa particolare tecnica di massaggio eseguita sulle varie zone porta alla normalizzazione della tensione elastica e alla scomparsa di ogni reazione anomala dei tessuti. Il livello di spostamento dei tessuti si classifica in tre forme: spostamento superficiale, spostamento medio, spostamento profondo. Quando c’è un danneggiamento o una tensione cronica muscolare , vi sono generalmente delle aderenze dei tessuti a livello di muscoli , tendini e legamenti . Queste aderenze possono bloccare la circolazione causando dolore , movimenti limitati e infiammazione. Il trattamento contrasta questo disagio ripristinando la normale mobilità del tessuto connettivo e alleviando il disturbo.

Massaggio connettivale

Come si svolge una Seduta

Una seduta di massaggio connettivale si svolge come una seduta di massoterapia normale , ma con alcune differenze.

Il fisioterapista che utilizza questa tecnica deve necessariamente conoscere i rapporti che intercorrono tra le aree cutanee, l'innervazione somatica e le probabili patologie degli organi interni. La seduta ha inizio con la palpazione della schiena del paziente: solo così si riconoscono alterazioni del tessuto cutaneo come rigonfiamento acuto, cronico e atrofia. Il trattamento consiste in pressioni e trazioni della cute con i polpastrelli del terzo e quarto dito, prima effettuate con delicatezza poi aumentando gradualmente l'intensità.

Il massaggio porta chi lo riceve a uno stato di rilassamento totale ed è bene che il paziente sia libero da impegni e abbia del tempo necessario al riposo dopo la seduta.  

Massaggio connettivale

 

Massaggio connettivale

Indicazioni

Il massaggio connettivale riflessogeno rilassa la muscolatura e il corpo nella sua interezza, per questo è particolarmente indicato per chi si dedica alla pratica di un’attività sportiva, ma anche per tutti coloro che accumulano sotto forma di tensione muscolare (in particolar modo nel tratto cervicale) lo stress quotidiano .

In genere si focalizza su problemi specifici . Tra i tanti si elencano:

  • Dolore cronico

  • Dolore lombare

  • Mobilità articolare limitata

  • Infortuni da traumi ripetuti ( es: alcuni casi di sindrome da tunnel carpale)

  • Problemi posturali

  • Tensione a livello di ginocchia , glutei , quadricipiti , spalle

  • Sciatica

  • Gomito del tennista

  • Dolori post allenamento



Controindicazioni

  • Ferite o infezioni della pelle

  • Immediatamente dopo un operazione chirurgica

  • Dopo la chemioterapia o la radioterapia

  • Donne in gravidanza

  • Nei casi di tendenza a coaguli di sangue

  • Bruciature

  • Non dovrebbe essere effettuato su ematomi , pelle infiammata , ernia addominale o in caso di recenti fratture

 

 

Consigli e Precauzioni

Non mangiare pesante prima del massaggio

Bere acqua dopo il trattamento può aiutare l’espulsione di tossine che sono state rilasciate dai muscoli , oltre che reidratarvi correttamente questo può favorire la riduzione di possibili dolori post trattamento

Evitare attività eccesiva dopo un massaggio

In alcuni casi, ricevendo un massaggio connettivale, possiamo riscontrare sudorazione e palpitazioni inaspettate. Si tratta di reazioni neurali legate al sistema neurovegetativo del tutto normali .