Telefono Studio Zanichelli
0522.67.49.58

Tecarterapia

Cos’è?

Tecar ® (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una terapia di ultima generazione che attraverso la creazione di un ampio campo elettromagnetico produce energia sottoforma di calore endogeno, il quale viene utilizzato dalle cellule per i processi di riparazione, di eliminazione di tossine e di risposta all’infiammazione dei tessuti. Pertanto stimolando l’energia dall’interno dei tessuti biologici attiva i naturali processi riparativi e antinfiammatori.
A differenza di altre terapie presenti, è l’unica in grado di stimolare energia proveniente dall’interno del corpo. Nella zona di terapia si avrà un flusso di cariche con attivazione metabolica ed effetto termico endogeno.
Gli effetti sono un aumento dell’attività metabolica con aumento della produzione di ATP con riduzione dei tempi nei processi di riparazione, un aumento della circolazione ematica e del drenaggio linfatico con conseguente aumento dell’ossigenazione dei tessuti e del riassorbimento degli edemi.

La Tecarterapia risulta essere una metodica particolarmente efficace nel trattamento di tutte le patologie muscolari ed osteoarticolari acute e croniche ed a carico della colonna vertebrale.
L’altra particolarità di questa terapia è che può essere usata anche in presenza di mezzi di sintesi (protesi d’anca, di ginocchio, di spalla, placche metalliche), cosa non possibile ad altre terapie fisiche che causano un surriscaldamento delle strutture protesiche.

La Tecarterapia è una terapia semplice e non invasiva, non dolorosa, sollecita fortemente i meccanismi cellulari e incrementa l’attivazione dei naturali processi riparativi e antinfiammatori, agendo anche sugli strati più profondi. Grazie ai due sistemi, capacitivo e resistivo, la sua azione si può indirizzare alle fasce muscolari e ai sistemi vascolare e linfatico, o più in profondità su tendini, articolazioni, legamenti, cartilagini e tessuto osseo.

La Tecarterapia è particolarmente indicata per patologie riguardanti articolazioni quali ginocchio, spalla, anca, caviglia, mani, colonna vertebrale, patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari, quali artrosi, lombalgie e sciatalgie, garantendo così buoni risultati in tempi molto rapidi; il dolore diminuisce sensibilmente già dalla prima seduta.
Grazie alla possibilità di essere utilizzata immediatamente dopo un trauma o durante la fase acuta di un processo infiammatorio, garantendo buoni risultati in tempi molto rapidi; essa è infatti uno strumento di notevole efficacia nel trattamento precoce di patologie dovute a eventi traumatici o problemi infiammatori, esercitando un’azione antidolorifica e curativa, capace di accelerare la naturale reazione riparativa e antinfiammatoria che l’organismo stesso metterebbe in atto, in tempi molto più lunghi.

Anche nella flebo-linfologia l’utilizzo della metodica Tecarterapia si sta sempre più diffondendo, grazie alla sua azione di drenaggio emolinfatico molto efficace, di ripristino del microcircolo e ossigenazione tissutale.

Non ha effetti collaterali e può essere associata senza problemi ad altre terapie, come la terapia manuale.

La stimolazione dei tessuti produce già dalla prima applicazione una sensibile diminuzione del dolore, incrementa la circolazione sanguigna, aumenta la tensione di ossigeno nella zona trattata, genera una vasodilatazione, riduce le contratture muscolari, facilita il riassorbimento degli edemi.

 

Il Meccanismo d’azione

A livello microscopico la cellula è come una pila elettrica, all’interno della membrana ha carica negativa e all’esterno positiva, la differenza di potenziale energetico deve avere un valore fisso in base al tipo di tessuto, ad esempio nel muscolo è di – 90 mV.
A causa di un evento infiammatorio o traumatico questa differenza può diminuire fino a – 20/30 mV, provocando un cattivo funzionamento della cellula che ostacola la guarigione.
La TecarTerapia accelera i processi riparativi delle cellule grazie all’attività stimolante esercitata sul potenziale di membrana cellulare, contribuendo così a una notevole riduzione dei tempi di recupero.

 

 

 

Il funzionamento della macchina si basa sulla generazione di un campo magnetico ad elevata frequenza.

La Tecar sfrutta l’effetto del condensatore sul corpo umano, induce nel tessuto delle correnti di “spostamento” prodotte da un movimento alternato di cariche elettriche tramite ioni (molecole con una carica positiva o negativa).

Un altro effetto che la macchina può produrre è l’iperemia, cioè l’aumento del flusso sanguineo nei tessuti che si stanno trattando, utile soprattutto per sbloccare articolazioni rigide dopo una lunga immobilizzazione, una contrattura, uno strappo muscolare e su alcune giunture del corpo.

La temperatura più alta all’interno della cellula comporta un aumento del metabolismo, cioè: un maggior afflusso di sostanze nutritizie e ossigeno all’interno e di cataboliti (sostanze di scarto) all’esterno.

Il calore generato è di provenienza endogena, infatti è la conseguenza della resistenza del tessuto allo spostamento di ioni (atomi con carica positiva o negativa) nella cellula, causato dall’effetto condensatore della Tecar.

L’alta frequenza della corrente alternata erogata permette al tessuto corporeo di scaldarsi in profondità senza contrarre i muscoli, come avviene invece con l’elettroterapia (Tens, Correnti di Kotz).

A livello vascolare agisce riequilibrando la permeabilità di capillari e membrane cellulari, inoltre stimola la liberazione delle stazioni linfonodali sovraccaricate da scorie.

Quando si utilizza l’elettrodo resistivo si produce un incremento termico maggiore nei tessuti con una concentrazione minore di acqua, quindi ossa, tendini, tessuto adiposo e guaina del muscolo; viceversa l’elettrodo capacitivo lavora nei tessuti molli ad alto contenuto di acqua: i muscoli.

 

Durata di una seduta di Tecarterapia

Ogni seduta di Tecarterapia ha una durata media di 30 minuti e, in genere, per un ciclo completo di cura, sono necessarie 10 sedute. Con questa terapia si possono effettuare sedute di prevenzione e mantenimento.

 

Indicazioni

  • Tendiniti e Tendinosi (tendinite d'Achille, tendinopatia rotulea, bicipitale ecc.)
  • Lesioni muscolari acute e croniche (contratture, stiramento e strappo muscolare)
  • Artropatie (coxalgie, coxartrosi, gonalgie, gonartrosi, ecc...)
  • Lombalgia e Lombosciatalgia
  • Cervicalgia e Cervicobrachialgia
  • Epicondilite ed Epitrocleite
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Traumi distorsivi acuti e cronici (es: distorsione caviglia)
  • Postumi di fratture
  • Sindromi dolorose acute e croniche
  • Algodistrofie
  • Patologia della cuffia dei rotatori (es: lesione del tendine del sovraspinoso)
  • Fascite Plantare
  • Metatarsalgie
  • Linfedema
  • Programmi riabilitativi post chirurgici
  • Cellulite

 

Controindicazioni

Donne in Gravidanza e Portatori di Pacemaker

 

Tecar nello Sport

TecarTerapia è altamente usata nell’ambito dello sport per ridurre e prevenire traumi e per velocizzare i processi di guarigione post traumatici.

 

Tecar in Medicina Estetica e Flebolinfologia

Grazie alla capacità di riattivare i sistemi linfatici e circolatori , la Tecarterapia consente di ottenere rapidi ed efficaci risultati anche in campo estetico e nelle patologie flebolinfologiche. Inoltre risulta particolarmente efficace nella cura della cellulite dove grazie all’aumento del flusso ematico e quindi alla maggior richiesta locale di ossigeno, si ottiene un aumento del metabolismo. L’incremento della temperatura genera inoltre la riattivazione del metabolismo dei grassi.